• 06 2279 6885

Uffici Presidenziali Roma - Gruppo Smau

L’ufficio presidenziale è sicuramente il luogo di maggiore spicco all’interno di un’azienda, perché destinato ad accogliere il CEO (ossia l’amministratore delegato) o il presidente.

L’ambiente, dunque, deve essere consono al prestigio della figura professionale che opera in quel posto, alla sua personalità, nonché all’azienda di cui fa parte e che rappresenta.

Nell’ufficio presidenziale, moderno o classico che sia, non devono mancare: finiture di ottima fattura, punti luce strategici e funzionali, quadri, cornici ed effetti personali che richiamino anche la vita privata del manager e, perché no, cornici in cui siano esposti riconoscimenti personali e dell’azienda.

Non esistono, in realtà, regole da rispettare per arredare un ufficio presidenziale, ma gli esperti di interior design danno giusto qualche indicazione su come ottimizzare al meglio gli spazi; per il resto cercano di costruire insieme al cliente un ambiente adatto alle proprie esigenze, che rispecchi i gusti personali e, in un certo senso, anche quelli dell’azienda.

Il prestigio dell’ufficio è dato dall’importanza della figura che vi lavora, sicché i mobili ed ogni singolo complemento d’arredo devono essere scelti con gusto e con particolare attenzione alla qualità delle materie prime.

Non importa che l’ufficio presidenziale sia a Roma o in un’altra città, non conta neppure che si ami lo stile moderno, il classico, il vintage o altro, gli esperti di arredamento presenti in GruppoSMAU sapranno sicuramente trovare la soluzione migliore.

Vediamo quali sono le cose da non trascurare per nessuna ragione nell’ufficio presidenziale:

  • Illuminazione adeguata

Qualsiasi ufficio ha bisogno di un’illuminazione adeguata e, non meno degli altri, l’ufficio presidenziale.

Avere la giusta luminosità vuol dire concentrarsi maggiormente, produrre di più e, nel caso specifico  dell’ufficio presidenziale, accogliere persone in un luogo piacevole e rassicurante. Quindi va benissimo utilizzare faretti, lampadari, plafoniere, lampade da scrivania e piantane. Un piccolo suggerimento è di posizionare la scrivania, non con le spalle alla finestra ma lateralmente, per poter sfruttare al massimo la luce del sole.

  • Comfort

La poltrona dell’ufficio presidenziale deve essere rigorosamente ergonomica e confortevole, dato che il presidente vi trascorre tante ore seduto.
Anche le sedie per gli ospiti (anche se è più usuale organizzare incontri nelle sale riunioni piuttosto che all’interno dell’ufficio) devono essere altrettanto comode e poste di fronte alla scrivania senza grossi ostacoli (come può essere potenzialmente un pc, quando è posizionato centralmente).

  • Personalizzazione

Una volta dedicata la giusta attenzione alla funzionalità dei mobili e degli accessori di vario genere, è importante personalizzare l’ufficio. Ben vengano alcune foto di famiglia sulla scrivania; ben vengano anche i colori alle mura che più piacciono al manager (purché siano coordinati con tutto l’arredamento, la tappezzeria, i vari complementi d’arredo e i colori dell’azienda); una buona idea è data anche dai piccoli angoli ricreativi, come una libreria con libri non inerenti il lavoro o una scacchiera nella zona relax dell’ufficio.

  • Branding

Un ufficio presidenziale deve essere necessariamente coordinato rispetto all’ambiente circostante e al logo aziendale. Se, ad esempio, i colori del logo sono giallo e blu, è opportuno richiamarli in qualche modo anche nell’arredo dell’ufficio. A volte sono sufficienti anche piccoli dettagli scelti con gusto e attenzione.

In sostanza l’arredamento deve rispecchiare l’immagine aziendale, il suo brand e i suoi valori.